Posts Tagged ‘corso di alpinismo’

LASSU’ QUALCUNO (FORSE) CI AMA! Domenica 26 maggio: Corso A1 al Sasso d’Erba.

martedì, maggio 28th, 2013

La discussione di questi giorni e di quelli appena trascorsi è legata in maniera quasi ombelikale al titolo: il fatto che finalmente si sia riusciti a trascorrere una domenica di manovre in montagna può essere visto come un “regalo dall’Alto” oppure un avvertimento per pene da espiare nel caso non ci si comportasse come da manuale, del tipo: “Vi do un po’di sole, ma ci metto dieci nano-secondi per far tornare il Monsone”!!!

(altro…)

12 Maggio 2013 – Placche di Oriana

lunedì, maggio 13th, 2013

img_0010In previsione dell’uscita del 26 maggio per il corso di A1, e dopo una precedente perlustrazione da parte di Massimo, Andrea e Giorgio, con Egidio abbiamo provato a curiosare le via su questa struttura che sembra si presti per delle salite didattiche per un corso.
In effetti non eravamo soli, anche la Scuola di Carate era presente con il suo corso.
Le salite sono tutto sommato piacevoli e sicuramente didattiche.
La ricerca degli attacchi però si è dimostrata un pò complicata ed infatti nel nostro vagare abbiamo finito per arrivare in vetta ancora prima di iniziare come si vede anche dall’ordine delle foto.
Poi con più calma riprendendo il sentiero da sinistra a destra abbiamo trovato tutti gli attacchi ed abbiamo finalmente cominciato ad arrampicare.

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

16-17 Giugno – Uscita al Morteratsch Corso A1

mercoledì, giugno 27th, 2012

Link alle foto di Andrea

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

10 Giugno – Tentativo di uscita in Grigna Corso A1

domenica, giugno 10th, 2012

La pioggia ha guastato l’uscita di arrampicata programmata per Domenica 10 Giugno, dopo vari tentennamenti, cambiamenti di programma e meta, gran parte di noi demoralizzato ha perso la pazienza ed ha rinunciato alla gita escursionistica proposta in alternativa all’arrampicata che ovviamente non era possibile fare.
Effettivamente il tempo sembrava non dare molte speranze ma chi alla fine ha perseverato nell’attesa è stato premiato….

Il sereno che avanza dopo il diluvio del mattino presto
I superstiti che hanno perseverato nell'attesa

Una bella e lunga camminata nel bosco che si è conclusa felicemente con le gambe sotto il tavolo al Rifugio Buzzoni, ma soprattutto salita e discesa senza bagnarsi !

Il meritato premio ...

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

27-05-2012 Val Maggia Uscita corso A1

giovedì, maggio 31st, 2012

Questi sono i link alle foto di Andrea e di Giorgio dell’uscita del 27 Maggio in Val Maggia

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

UN MONDO DI ROCCIA…..SE SIETE CAPACI DI VEDERLO! GRIGNETTA – USCITA CORSO ALP 2011.

giovedì, giugno 16th, 2011

Nel dubbio fino all’ultimo per via del tempo e della meteo che, seppur puntuale, ci lascia sempre con il fiato sospeso, riusciamo alla fine a piazzare l’arrampicata nel mondo roccioso delle Grigne.
Il momento ormai è tipico della stagione dei Monsoni, manca solo di scendere qualche torrente della zona immaginando che sia il Gange ed il gioco è fatto.
Avevamo il dubbio che dal cielo si kagasse giù l’inferno, anche perché ormai la razione di acqua quotidiana è fissa ed è come prendere la macchina la mattina per andare a lavorare; poi tutto si è stabilizzato e, col pulsante su “stand by”, siamo riusciti a giocarci la partita a modo nostro, tanto più che le nuvole basse e la nebbia hanno monopolizzato le ore diurne, ma per fortuna le gocce hanno abdicato ed hanno lasciato il posto a quelle che sgorgano dagli occhi tristi degli allievi per non poter continuare il giro sulle guglie calcaree. (altro…)

VIA “DEL CORSO” 2010……ACQUISTI IN QUOTA! Lunedì 2 agosto 2010: Vajolet.

domenica, agosto 15th, 2010

Quest’anno un po’ shopping tra i Monti Pallidi, in Via del Corso, omonimo del più famoso, ma sicuramente meno “merdone” e senz’altro più divertente.

IMG_4801I Fassani mi avevano avvertito: quando vieni cerca l’indirizzo giusto, Rif Vajolet, via Roda di Vael n° 2010, angolo tra Ciampedié e i Dirupi del Larsec! Che posto……erano tanti anni che non venivo/tornavo in questo luogo ameno e adatto all’ossessione della dolomia. La voglia di vedere posti nuovi in Alta Badia, ci ha tenuto un po’ distanti dalla Val di Fassa, ma poi basta arrivare qui per capirne la bellezza! (altro…)

QUANTA GENTE IN GIRO CHE “PATISCE GRATIS”! Punta San Matteo / Palon de la Mare – Uscita Corso Alpinismo 2010 – ¾ luglio.

martedì, luglio 6th, 2010

A dirlo in giro farebbe un po’ paura, ma è proprio così: quando sei in montagna ti accorgi che i bigoli in condizione di far fatica (anche “di patire” fa la sua porka figura!) sono veramente tanti. Ce ne siamo resi conto ancor di più sabato sera al Rif Branca in occasione della cena del Corso 2010, quando non si riusciva a colloquiare neanche con quelli vicino. Persino quattro rutti fatti a quelli di fronte sono passati via lisci senza offendere le buone maniere…..

IMG_4689 (altro…)

BASTA GOZZOVIGLIE & UBRIACHEZZE AI CORSI! Ghiacciaio Morteratsch – sabato e domenica 12-13 giugno 2010.

giovedì, giugno 17th, 2010

Giornata dedicata agli “altri”, weekend messo a disposizione della comunità degli allievi, nell’intento di passare quelle nozioni fondamentali per andare da soli, possibilmente non come “cani sciolti”, ma come bipedi in grado di usare la minima dotazione di base. Una due giorni dove fortunatamente la prestazione non serve, dove la cima lascia il posto alle manovre, dove il gesto tecnico è fine a se stesso e serve solo per essere depositato nella memoria.
Il tempo è tiranno e quindi ognuno sfrutta quello che ha a disposizione: ecco come nasce una gita soprattutto se si tratta di una sola giornata; giro di telefonate e via. Gli altri (la maggior parte) sono partiti il sabato e hanno dormito a Sfazu, in un alberghetto niente male già teatro di precedenti visite in occasione di un aggiornamento-scuola, mentre “sette bigoli di uno” invece hanno optato per una sola giornata!
Siamo in sette, ma abbiamo otto macchine, c’è il ritrovo, ma canniamo almeno due volte…..poi alla fine imbocchiamo la strada giusta per l’Engadina. Tappa d’obbligo la pasticceria di Chiavenna; primo episodio, Simona: “Buongiorno, quattro cappucci, tre caffè e….già che c’è, non è che mi darebbe anche un sacchetto giallo dell’immondizia!???”….sguardo tipico di chi pensa che essere cameriera può voler dire essere testimone di un omicidio con sminuzzamento di ossa!
Ma tutto tace e tutto rientra nella normale amministrazione.
Appena cerchiamo di ripartire, secondo episodio: la macchina di Gonzales non si accende! Batteria in cantina, praticamente “andata” e Lucio-Bat-mobile pronta ai box con cavi e collegamento diretto. Tempo cinque minuti ed il classico giro della safety car e tutto riparte. Dubbi, lacerazioni varie, ma anche convinzione che tutto vada per il verso giusto. Al Maloja la pioggia comincia a cadere fitta, mentre a S. Moritz ci accolgono a “catinelle” d’acqua: sono tutti ai bordi della strada coi secchi. Quantità a go-go e rischio di dover posticipare la salita al ghiacciaio! Cosa che non ci passa neanche per l’anticamera delle mente.
Arriviamo tutti in tempo e siamo pronti per partire, salvo che qualcuno (Stefy) non decide di auto-ramponarsi la bottiglia dell’acqua all’interno dello zaino: acqua minerale e pseudo-molotov con annesso “pisciarolo”.
Non piove, ma le nuvole non ci molleranno per tutto il giorno. La salita al ghiacciaio è costellata da incontri ravvicinati con l’Oriente; centinaia di migliaia di milioni di giapponesi (ma anche cinesi, koreani e chi può dirlo???……) tornano dalla lingua di ghiaccio (ma a che ora sono partiti? Considerato anche i kg di foto che hanno fatto). Da una frase partita male e capita peggio (però dal suono molto simile a: “EUH cumà-la-và!?”…..), il nostro Silvan risponde per le rime: “La và bén!”

DSCN3621 (altro…)

COST TO COST!!!

mercoledì, giugno 24th, 2009

Questa volta il titolo racchiude un bel po’ di cose. La prima è la più ovvia e racconta di un viaggio: da una costa all’altra, da ovest a est, dai 3.600 metri di una cima fino ai granelli di sabbia della riva del mare; poi c’è il dialetto a farla da padrone e quindi la traduzione lascia intendere che una cosa o va fatta o va fatta e basta; la terza e ultima conferma che andare in giro è….costoso!

Visto che l’ultima è abbastanza scontata, mentre la seconda è “fuori gioco”, poiché a nessuno nel Corso 2009 è venuto in mente di porre questo genere di target, parliamo un po’ della prima definizione.

E’ stato un po’ come aprire un grande gioco dell’oca, nel quale i quadranti sono formati da zone del Nord Italia; i dadi sono grossi e di granito; vengono lanciati con forza e poi bisogna andare a vedere che numero è uscito. Infine ci si muove in macchina e si fa avanti-indietro in funzione del risultato. Qualche volta non è bello, qualche volta si fa pure fatica; però è anche vero che spesso ne vale la pena e si può fare.

Alla fine del gioco non si vince nulla; ti ritrovi un po’ più bischero rispetto al solito; ti guardi allo specchio e ti riconosci. Poi parti allegro. (altro…)


  • Twitter
  • Facebook
  • Picasa
  • Flickr
  • YouTube