I CONTRABBANDIERI….DEL 2008 !!!

Oggi, domenica 28 settembre, decidiamo di imbarcarci in una “gita sociale” che potremmo definire di Alpinismo Neo-Natale!

La media é drasticamente bassa e questo grazie ad alcuni pistolini/pistoline, che ci accompagnano in questo micro-viaggio sulle montagne Lecchesi, …..quelle che ami per definizione!, quelle che ami nel ritagli di tempo, quelle che apprezzi quando meno te lo aspetti, quelle che ….son sempre lì ad aspettarti.

Ci accompagnano “è un bel parolone”, visto che le spalle larghe sono quelle dei “veterani” che li portano; una volta contrabbandavano le sigarette e altro ….oggi per i sentieri dei contrabbandieri ci sono i papà & le mamme che vogliono stare insieme e godersi una domenica come questa: fresca e unica!

 Incontriamo molta gente lungo il percorso e tutti, come sempre di fronte alla “meglio gioventù”, sono contenti e felici di dire la loro….! E poi qualche complimento a fine commento… é per quei bischeroni dei papà, che si sobbarcano tale fatica e perché no, visto che la soma è visibile…..magari si prendono anche degli Asini.

Ma il mondo è bello perché avariato.

Facciamo le foto rituali e riprendiamo più o meno tutti: i futuri climbers della Bassa, i papà da soma e le mamme, sempre beate tra le loro chiacchiere tra “l’inutile ed il rituale”.

Il rifugio è a breve distanza, ma i kilogrammi pesano più dei kilometri!

Arriviamo verso le 11,10 e quindi abbiamo ancora tutta la giornata per raccontarcela, visto che gli argomenti sono tanti e spaziano dall’economia, attraverso il lavoro, i figli e le solite scemate.

Noi se l’economia dovesse andare a rotoli, ora sappiamo cosa fare. La fatica ci appartiene e ce la teniamo stretta, visto che ci dà anche molte soddisfazioni.

Dopo qualche faccia messa di fronte all’obiettivo e dopo aver rifocillato i figli con acqua fresca, ci prepariamo a scrivere la lista per il cibo da dare al rifugista, visto che il menù scritto di fronte all’entrata è come al solito ricco; ognuno si prende il suo turno.

 Pizzoccheri, polenta, torte e caffè…..poi una mezza pennica e via verso la discesa, più noiosa e che “perde” sempre rispetto alla salita.

Adesso non si deve far altro che spingere una tavoletta per il rientro a casa, in attesa di conoscere il risultato del Derby di Milano: FORZA INTER!!!

Al prossimo incontro, alle prossime ciance.

Tommaso, Gaia, Pietro, Marco, Enrico, Chiara, Angeletta, Silvia, Laura, Marcy, Daniele, Marco, Tino e Patajean.

PJ

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Tags:

Comments are closed.


  • Twitter
  • Facebook
  • Picasa
  • Flickr
  • YouTube