ACQUA A MONTONI …..E VINO DOSATO! Baitello Scoggione mt. 1.690 – Alpe Scoggione (Legnone) 9 maggio 2010.

Di solito se hai in mano delle buone carte vai avanti…….qui avevamo solo “sprelle” e non sapevamo cosa fare. Se poi sbagli a giocare come minimo ti riempiono di insulti!
C’era poco da fare, ma da qualche parte bisognava andare; il Cai Montevecchia questa volta ha scelto la valle sotto il Legnone, una via di mezzo tra il micro-clima della Valsassina ed il sotto-bosco classico della Valmalenco. Un incrocio tra l’oasi da godere in assoluto relax ed un giro fuori porta neanche tanto distante.
IMG_4351

Vista la meteo e le condizioni della neve, c’erano ben poche alternative, se non quelle ormai note e stranote.
Generalmente si distinguono alcuni tipi di giornate: 1) il giornatone, la giornata merdosa ed in mezzo ci stanno a destra la giornata tra il gnack ed il petack, mentre a sinistra la giornata del Léla……..
Oggi era la classica giornata del Léla…….né carne né pesce, senza un perché……però apprezzata, a tempo scaduto, con nuvole molto padùle e freddo mascherato, quello che ti solletica le ossa prima che tu ti iscriva alle Olimpiadi; una meteo annunciata e che era anche facile da prevedere.

IMG_4362Praticamente era facile come segnare a porta vuota……….e pensare che di questi tempi all’asilo anche i bambini quando disegnano non mettono mai il sole, perché non si ricordano più come si fa!

IMG_4374E’ abbastanza risaputo che l’accoppiata Gelo-Pata è sinonimo di piaggia a go-go solo al mare (non sono solo un ricordo le piogge monsoniche all’Isola d’Elba qualche anno fa, quando anche i campeggi isolani erano finiti al TG1 nella cronaca nera, per le distruzioni ricevute da una meteo infausta!….a quell’epoca 7 brianzoli erano all’Elba ed ogni mattina al risveglio pensavano di vedere il Grignone, ma …….la figura predominante era quella di una collina piena zeppa di rosmarino!!!!!!).
Per tornare alla cronaca “grigia”, eccoci come al solito nel crocevia di Lecco, dove convergono di solito tutti i gratakù della Bassa per incontrarsi; noi neanche a farlo apposta, e come se non ci conoscessimo a memoria, siamo come i componenti di Jeeg robot d’acciaio: usciamo dal kulo del Barro e ci innestiamo fra le altre macchine come i passaggi che hanno portato Thiago Motta a segnare il gollonzo del 1° derby 2009-2010 al “povero” Milan; praticamente di prima e a memoria!
Per far fatica in questo posto dimenticato da Dio e dagli uomini, bisogna uscire a Colico e salire a Fontanedo, cercando di evitare il guado con l’auto del torrente che scende dal tanga del Legnone, dove sale la Direttissima. In giornate piovose il passaggio implica una similitudine quasi perfetta con “Donna Avventura”. Un Kamel Trophy in Valtellina…….mancava.
In cielo è come se qualcuno avesse steso un telo grigio: una tristezza galattika. Noi su per circa un’oretta e mezza nel bosco, che alla fine converge verso Bancol e verso la piana dell’Alpe Scoggione, dove sorge il Rifugio Alpe Scoggione, nuovo di pacca e splendidamente posizionato. Fatevi un giretto: merita.
Da qui su ancora per dieci minuti al Bivacco o Baitel Scoggione, tutto in legno dentro (e cotone fuori), con otto posti a dormire. Tenuto magnificamente bene. Chi troviamo? I due disperati Kissme e Luigi che sono partiti alle 5.00 per farci trovare polenta, salsiccia e cosciotto!!!!! Neanche al giro d’Italia hanno un servizio mensa degno di questo! E pensare che erano partiti decisi a trovare i funghi e a preparare un bel risotto per dare il via alle danze. Il resto è noia. Abbiamo trascorso semplicemente alcune ore seduti in panciolle al caldo del camino e del cosciotto, con un bel finestrone dal quale non si vedeva una beata fava!!!!

IMG_4377Non è mancato il classico goccio di vino, rosso, bianco, rosato, dorato, dolce e brut.
In una giornata limpida la vista sulla Valchiavenna e sul Masino è invece da urlo o quasi.
In questi giorni “del léla” ormai non vediamo altro che nubi cariche d’acqua; quelle belle immagini mattutine dove si vede il Rosa o le Grigne……sono diventate un ricordo.

IMG_4388Alla prox e vedete di comprarvi una barchetta; il futuro è sul lago!
Angeletta, Grazia, Ongiul, Ale, Fausto, Lele, Edo, Enrico, Alessandro 2, Kissme, Luigi, Stefano e Patapam.
PJ

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Tags:

Comments are closed.


  • Twitter
  • Facebook
  • Picasa
  • Flickr
  • YouTube