In ricordo di Egidio

Il "ricordo" nelle parole di Gabriele, a poche ore dalla sua improvvisa scomparsa.

Alla moglie Paola, e ai figli Alessandra ed Andrea, le condoglianze e la vicinanza di tutti gli Istruttori della Scuola Intersezionale di Alpinismo e Sci Alpinismo "Valle del Seveso".

E’ “andato avanti” sabato 14 luglio.

Nello stesso modo con cui ha sempre costruito e vissuto tra noi: con tratto garbato, sorridente e signorile. Con passione e disponibilità non usuali.

Con altri quattro Istruttori della scuola intersezionale di alpinismo Valle del Seveso, salendo sul sentiero che dal Lago di Place Moulin (Q. 1968 mt.) – in Valpelline – porta al rifugio Aosta, per poi intraprendere la via Tiefenmatten alla Dent d’Herens (Q. 4.171 mt).

Si è fermato e, da lì in silenzio, è ripartito per cime ben più alte.

Non si è mai preparati ad accogliere situazioni così repentine ed imprevedibili ma, dall’altrettanto silenzio che nasce in ciascuno di noi, non si può sottacere la significativa importanza della Sua presenza in sezione.

Dopo dieci anni di formazione ai campeggi di Don Giò aderisce al Club Alpino Italiano nel 1985.

Subito frequenta il ciclo di corsi alpinismo diretti dal nostro Istruttore Nazionale Danilo Bianchi ed in seguito si lascia attrarre da quelli di scialpinismo e sci di fondo.

Non conserva gelosamente per sé queste passioni ma, generosamente e con competenza, entra a far parte degli Istruttori “Valle del Seveso”, concatenando ascensioni in severi ambienti montani, sino a ricoprire l’incarico di Presidente della omonima commissione.

Ricordo, e vissute con Lui, numerose occasioni al di fuori dell’attività didattica in cui la Sua solare disponibilità ha accompagnato giovani soci in affascinanti salite su roccia, indimenticate avventure scialpinistiche, mentre altri segnalano significative attività solidaristiche in alpinismo giovanile.

L’identità di vero Socio del C.A.I. lo ha portato, tra pochi, a svolgere nascoste e volontaristiche funzioni di manutentore in preziose attività di conservazione della nostra sede e costruttore della nuova parete di arrampicata di cui, con altrettanti pochi, era ancora tra i gestori che dedicano una sera settimanale all’assistenza dei crescenti frequentatori.

Ci mancherà davvero: attivo partecipante ai lavori del 1° Congresso sezionale, conclusosi lo scorso anno, si stava dedicando negli ultimi mesi a produrre riflessioni e proposte per rendere più attuali e coerenti, agli scopi istituzionali, i percorsi e contenuti delle nostre scuole.

Senza cessare l’attività pratica e attiva di conoscenza delle Terre alte.

A distanza di poche ora dalla notizia sono già pervenute la vicinanza del Presidente generale Vincenzo Torti e quella di altre ventun Sezioni del Club Alpino …..

Resterà un “modello di riferimento” per chi vorrà avvicinarsi alla nostra bella storia associativa con vera passione e chiari ideali.

CIAO EGIDIO.

Bovisio Masciago, 15 luglio 2018 – G. Bianchi.

Custode della palestraCon amici al suo 25°Senatori e mascotteSolidarietà in alpinismo giovanile

Importante

I corsi della Scuola “Valle del Seveso” sono da considerarsi a tutti gli effetti attività sportive.
Svolgendosi in ambienti aperti di falesia o di montagna, tali attività possono presentare, per loro stessa natura, margini di rischio che non possono essere del tutto eliminati e di cui gli allievi devono essere consapevoli.

Dal Blog

I NOSTRI PRIMI QUARANT’ANNI: Valle del Seveso.

I NOSTRI PRIMI QUARANT’ANNI: Valle del Seveso. Il 30 settembre 2018 è stato il nostro Tacchin-Day, ossia il nostro Giorno del Ringraziamento. Sono passati ben quarant’anni da “Quel Là” che...

Facebook Scuola

Chi è on-line

Abbiamo 2 visitatori e nessun utente online